Opere di Petito Vittorio

Biografia di Petito Vittorio
Discendente del grande Antonio Petito, che rese celebre in tutto il mondo la maschera di Pulcinella. Nato a Napoli nel 1954, dopo aver fatto parte di compagnie teatrali ed aver completato gli studi accademici, sceglie di dedicarsi pienamente alla pittura. Ha approfondito le tecniche essenziali sull’uso del colore frequentando importanti artisti italiani. Famoso soprattutto per i suoi paesaggi, ad olio, china o acquerello, in cui le visioni naturalistiche appaiono sospese in un’atmosfera quasi surreale.
Nel 2014 inizia il ciclo di opere dedicate alla maschera di Pulcinella: “La maschera viene indagata come rifugio o, magari, come contenitore in cui celare stati passionali, forse nascosti perfino a noi stessi. Ma viene indagata anche come momento di sana,  incontrollata e gioiosa follia; ecco, quindi, anche l’aspetto ludico della ricerca, con conseguente accostamento all’interpretazione del più illustre e famoso Pulcinella: Antonio Petito.  Quindi l’irriverenza, il gioco, l’astrazione, l’irrisione di tutto e tutti, finanche della stessa Morte. Non a caso, ho apposto su alcune opere una citazione tratta dalle Odi di Orazio, “Dulce est desipere in loco”, ovvero “E’ piacevole dimenticare la saggezza al momento opportuno” (Vittorio Petito).
Le sue opere figurano in numerose pubblicazioni d’arte e prestigiose collezioni pubbliche e private.
Torre saracena ad Amalfi

Torre saracena ad Amalfi

Tecnica : Olio su tela
Dimensioni in cm : 40x70
In volo sull'infinito

In volo sull'infinito

Tecnica : Olio su tavola
Dimensioni in cm : 40x35
Due

Due

Tecnica : Acquerello su carta
Dimensioni in cm : 101x65,5
Cetara

Cetara

Tecnica : Olio su tela
Dimensioni in cm : 40x20
Lui, certamente

Lui, certamente

Tecnica : Matita e caffè su carta
Dimensioni in cm : 30,5x40,5

Cerca





Newsletter

Operazione riuscita

in caricamento